Parola ai Prof, il punto su COMING SOON CORT APP

E’ giunto il momento di fare un bilancio del primo anno di Non Uno di Meno, partendo da Appignano con il Punto Luce COMING SOON CORT APP realizzato grazie alla Casa di Asterione.  Ne abbiamo parlato con la prof.ssa Gaetano Assuntina.

Professore quanti ragazzi hanno frequentato il Punto Luce nella vostra scuola? Siete soddisfatti?

Il Punto luce COMING SOON CORT APP attivato ad Appignano del Tronto presso la sede della scuola secondaria di primo grado si è rivelato un’occasione di crescita per i nostri alunni. I 23 partecipanti coinvolti nel progetto Non uno di meno hanno mostrato fin dall’inizio entusiasmo e interesse. Nei primi incontri i formatori della Casa di Asterione sono stati costretti a rimodulare le loro attività perché i ragazzi non riuscivano a relazionarsi, ad interagire in modo rispettoso. Attraverso poi attività mirate alla conoscenza di sé e del gruppo, si è creato sempre più un clima relazionale positivo e più idoneo alla creazione di percorsi accattivanti. Sono state proposte attività finalizzate a migliorare l’approccio comunicativo e relazionale dei partecipanti, a rispettare le più semplici regole di convivenza. L’Istituzione della Repubblica del Punto Luce con la sua Costituzione si è rivelata una strategia significativa per la creazione di un ambiente sereno e accogliente. Gli incontri successivi erano finalizzati alla conoscenza delle tecniche cinematografiche necessarie alla realizzazione del prodotto finale del cortometraggio. Ogni gruppo di lavoro guidato sapientemente dagli esperti è stato capace di produrre spot aventi temi importanti come l’inquinamento, l’uso dell’acqua come risorsa preziosa, il disboscamento, il rispetto dell’ambiente. Negli ultimi incontri poi si è creata un’atmosfera quasi magica tanto da lasciare me e gli esperti soddisfatti del lavoro effettuato. Nelle interviste rilasciate gli alunni hanno messo in evidenza come il punto luce sia stato per loro occasione di divertimento, di arricchimento, di crescita formativa, un’esperienza quindi, speciale ed unica.

Cosa si diceva nei corridoi del Punto Luce?

Si respirava aria di gioia e divertimento. Certo come in ogni attività rivolta a ragazzi in crescita ci sono stati momenti che hanno richiesto grande impegno e responsabilità ma ciò che poi importa è quanto è arrivato ai nostri ragazzi e che risultati sono stati raggiunti.

Dica la verità… Avreste avuto voglia anche voi di seguire il corso?

In realtà anch’io ero tra gli studenti desiderosi di apprendere quanto veniva proposto ai ragazzi e ad ogni incontro come loro, ero curiosa di sapere cosa avrebbero proposto gli esperti. Grazie a questo progetto ho avuto modo di conoscere metodologie, strumenti e strategie di insegnamento efficaci e nuovi, utili per mettere in pratica quella didattica che ci viene richiesta per rendere protagonisti i nostri alunni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...