Non uno di Meno, la presentazione del secondo anno

il

Stamattina si è svolta la conferenza stampa di presentazione della seconda annualità del Progetto Non uno di Meno.

Il progetto vede, tra i tanti partner coinvolti, il Comune di Ascoli Piceno, e in rappresentanza è intervenuto l’Assessore alle Politiche Sociali Massimiliano Brugni.:  parto ringraziando Mirko Loreti e tutta la cooperativa sociale Pagefha per tutto quello che porta avanti nella nostra città e anche per questo progetto che ha ottenuto un finanziamento di settecento mila euro che non è cosa da poco, di questi tempi. Soprattutto facendo una rete importante nella nostra città. Avete visto che all’interno ci sono tanti istituti scolastici, tante associazioni ma anche diversi comuni, come Acquasanta e Offida. Un “abbraccio” con tutto il territorio che alla fine ha trovato un bel riscontro che si è tradotto anche in questo importante finanziamento. Poi, tengo a sottolineare, per quanto riguarda il comune di Ascoli, che è partner di questo progetto e capofila dell’Ambito territoriale XXII dei servizi sociali, che la volontà è sempre creare quella famosa rete di condivisione che abbracci tutti i comuni e tutte le realtà del mondo del volontariato che operano nel sociale; l’attivazione di questa rete è un punto importante di partenza per ottenere ulteriori importanti risultati. L’amministrazione comunale da tempo sta lavorando per questo e nei prossimi giorni vedrete altre attività che stiamo portando avanti in questo senso.
Questo progetto ha una grande valenza. Io stesso ho potuto appurare personalmente le sue ricadute sul territorio: il ritorno delle azioni fatte è davvero grande, perché si da una risposta alle esigenze delle nostre famiglie e dei nostri ragazzi, che sono crescenti. Già il termine “punti luce” è spunto di riflessione, perché i ragazzi hanno l’opportunità di fare tantissime attività invece che essere abbandonati a se stessi o persi nei mondi virtuali cui accedono tramite lo smartphone. Lo stesso si può dire per le azioni rivolte ai genitori, che tanto più hanno bisogno di un aiuto. In questo momento storico complicato, questo tipo di progetti aiuta ad arginare l’emergenza sociale di cui ci si rende conto entrando nelle scuole e avendo a che fare con i servizi sociali. Anche in una città tranquilla come quella di Ascoli, ci sono tantissime richieste di aiuto. E questo progetto di grande rilevanza contribuisce a dare risposte. Complimenti a tutti voi che state portando avanti egregiamente questo progetto. Il comune da parte sua cercherà di fare la sua parte allargando la rete di cui abbiamo parlato all’inizio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...